Il Centro Liturgico Domenicano al servizio della bellezza della liturgia

Quattro paesi, 350 partecipanti ai workshop e 200 al ritiro spirituale, qualche migliaio di visitatori del sito web e del festival della musica: stiamo lavorando per Voi!

Un anno fa, il 21 gennaio 2017, la schola cantorum del Centro Liturgico Domenicano di Cracovia ha curato il canto durante la Santa Messa celebrata nella Basilica di San Giovanni in Laterano per la chiusura del giubileo degli 800 anni dell’Ordine dei frati predicatori. La Messa è stata presieduta da Papa Francesco.

Per questo evento si è preparato per qualche mese un gruppo di oltre 50 cantori sotto la guida del padre Dawid Kusz, domenicano, compositore e direttore di coro. È evidente nella scelta del repertorio e del coro per la messa papale l’impronta dei conventi domenicani e dei libretti dei canti Niepojęta Trójco (Incomprensibile Trinità!) editi a Cracovia. Abbiamo cantato anche qualche nuova composizione nelle tre lingue ufficiali dell’Ordine ed anche delle antifone domenicane tradizionali: la mariana Salve Regina e O Lumen Ecclesiae di San Domenico.

Come ci ha confidato il generale dei domenicani, padre Bruno Cadorè OP, tutti i partecipanti alla celebrazione, ovvero i padri, i terziari e gli amici dell’Ordine, ma anche i vescovi, hanno apprezzato i canti sottolineandone il carattere di profonda preghiera.

Nel reportage della visita a Roma, Teresa Bosak, membro del nostro Centro, ha espresso la speranza che questa visita sia in un certo senso pellegrinaggio e fonte d’ispirazione per tutti gli organizzatori per l’intero anno, di fronte alle tante sfide, progetti e sogni che ci attendono. Dalla Città Eterna non siamo tornati a mani vuote… o, per essere precisi… con teste e cuori vuoti: li abbiamo riempiti di speranza e idee nuove.

Il Workshop di Musica Straordinaria

Avevamo bisogno di nuova energia per organizzare i successivi eventi, fondamentali per la nostra missione: in agosto il Workshop di Musica Straordinaria ed in settembre il ritiro spirituale Mysterium fascinans. Il Centro Liturgico Domenicano ha dato inizio, già nel 2004, ad una serie di laboratori di musica liturgica organizzati in tutta la Polonia. I Workshop di Musica Straordinaria organizzati dal CLD dal 2013 (2013, 2014, 2015, 2017, 2019) sono adesso l’evento più grande programmato in Polonia. Vi prendono parte centinaia di polacchi, ma non solo: abbiamo ospitato appassionati di canto da Italia, Germania, Stati Uniti, Lituania, Ucraina o Bielorussia.

C’è posto sia per i principianti che per i più esperti; per studenti di canto polifonico, responsabili di coro, professionisti di canto gregoriano o strumentisti (quest’anno organisti). La novità di questa edizione sono state le masterclass, tenute da Divna Ljubojević ed organizzate su richiesta dei partecipanti più qualificati delle precedenti edizioni che avevano comunicato tale bisogno.

I Workshop sono stati accompagnati dal Festival di Musica Straordinaria, ossia cinque concerti serali di celebri interpreti europei di musica sacra: Alamire (Gran Bretagna), Graindelavoix (Belgio), Linnamuusikud (Estonia), Divna Ljubojević con il suo gruppo Melodi (Serbia) e i partecipanti ai Workshop, oltre agli ensemble Floripari e Perfugium e infine la schola cantorum Sancta Trinitas. Tutti i concerti, ad ingresso libero e gratuito, sono stati organizzati in ambienti naturali per la musica liturgica, e quindi nelle chiese storiche di Cracovia. Ogni concerto ha radunato un pubblico numeroso, composto non solo dai partecipanti ai Workshop, ma anche dagli appassionati di musica di Cracovia e dagli ospiti confluiti qui apposta per questo evento da ogni angolo della Polonia.

Dopo una meravigliosa settimana in compagnia degli ospiti del Workshop abbiamo iniziato a sentirne la mancanza, per cui ci siamo messi subito ad organizzare l’appuntamento per il prossimo anno.

Mysterium fascinans

Già a metà settembre, tuttavia, abbiamo salutato i 200 partecipanti del ritiro spirituale Mysterium fascinans, giunto alla decima edizione. Nell’ultimo decennio gli organizzatori si sono posti l’obiettivo di tradurre il linguaggio complicato della teologia in una lingua comprensibile e vivida, attraverso la combinazione di elaborazione scientifica, conferenze spirituali e celebrazione condivisa della bellezza della liturgia.

Ospite di questa edizione era padre Cassian Folsom, padre benedettino e professore del Pontificio Istituto Liturgico Sant’Anselmo. Insieme a don Wojciech Węgrzyniak e ad altri oratori ci ha guidato dentro i misteri della celebrazione, mostrandoci come entrambe le forme del rito romano siano complementari e si permeino l’un l’altra. Al contempo, nel titolo Spirito della Liturgia era nascosta una domanda: come possiamo vivere la liturgia quotidianamente? O, in altre parole, come la liturgia influenza la spiritualità cristiana?

Anche se tutte le strade portano a Roma, oltre alla Città Eterna abbiamo raggiunto a luglio anche gli Stati Uniti, a Orlando, dove si e’ tenuto il convegno dei Leader Cattolici Americani dal titolo Gioia del Vangelo. Per l’occasione ci è stato chiesto di curare la cornice musicale dell’evento basandoci sull’esperienza delle Giornate Mondiali della Gioventù di Cracovia. In ottobre, invece, abbiamo condotto dei laboratori di musica liturgica presso il santuario domenicano del Santo Rosario a Londra.

È stato un anno importante anche per il coro del CLD che, in più d’una occasione ha dimostrato il suo valore, ad esempio durante il concerto a Rzeszów, presso l’Opera di p. Pio, per l’indulgenza della basilica della Santissima Trinità, nella chiesa collegiata di Sant’Anna e infine durante una serata a tema nel tempo di Avvento.

Un passo alla volta

Il negozio situato nel chiostro è sempre a disposizione degli amanti della buona lettura, della musica e dell’arte, mentre il suo omologo on line realizza in Polonia (ma non solo) un numero sempre maggiore di ordini, ognuno dei quali costituisce un contributo alla realizzazione della nostra missione. Nella sua nuova veste approntata all’inizio dell’anno, il sito web Liturgia.pl, del quale siamo editori, è in costante crescita. L’anno scorso è stato possibile leggere su questo sito relazioni molto dettagliate sul Festival di Musica Straordinaria, ma anche sul Festival di Musica Barocca “Il canto delle nostre radici” tenutosi a Jarosław o sui workshop Ars Celebrandi svoltisi a LicheńIl negozio situato nel chiostro è sempre a disposizione degli amanti della buona lettura, della musica e dell’arte, mentre il suo omologo on line realizza in Polonia (ma non solo) un numero sempre maggiore di ordini, ognuno dei quali costituisce un contributo alla realizzazione della nostra missione. Nella sua nuova veste approntata all’inizio dell’anno, il sito web Liturgia.pl, del quale siamo editori, è in costante crescita. L’anno scorso è stato possibile leggere su questo sito relazioni molto dettagliate sul Festival di Musica Straordinaria, ma anche sul Festival di Musica Barocca “Il canto delle nostre radici” tenutosi a Jarosław o sui workshop Ars Celebrandi svoltisi a Licheń.

Con l’inizio dell’anno scolastico abbiamo rinnovato dei progetti importanti anche per noi. Hanno preso il via i corsi preparatori al battesimo, alla prima comunione e alla cresima per adulti. I candidati, dopo un anno di incontri durante i quali conoscono le verità della fede e vivono esperienze di comunità ecclesiale, ricevono in primavera i sacramenti dell’iniziazione cristiana.

Ha inoltre preso il via, per la settima volta, il corso Scuola dei Cantori, che forma i responsabili ad animare con competenza e responsabilità il canto durante la liturgia. Quest’anno per la prima volta abbiamo proposto ai nostri studenti diplomati anche il terzo anno di studio, il più avanzato.

Come ogni anno, prepariamo e celebriamo ogni domenica la Santa Messa nella chiesa di Santa Maria della Neve a Gródek e ogni martedì la messa votiva di San Domenico nella cappella della basilica della Santissima Trinità. In quest’occasione preghiamo per tutti i nostri collaboratori, i benefattori e gli amici della Fondazione.

L’anno scorso ha significato per noi anche dei cambiamenti nel personale del team che durano dalla metà del 2016. Con un organico leggermente modificato, siamo entrati nel 2018 ad un tempo con slancio, lavorando energicamente, ma anche con la testa piena di idee e progetti nuovi. Siamo contenti che nella realizzazione della nostra missione siano coinvolti non solo una squadra di collaboratori fissi affiatato e fedele, ma anche molti padri domenicani e un gruppo di volontari competenti e fidati, senza i quali non potremmo organizzare i nostri progetti più importanti.

Come organizzazione non a scopo di lucro dipendiamo prima di tutto dalla generosità dei nostri benefattori. Siamo contenti che per molti tutto ciò che facciamo sia importante e prossimo ai loro cuori. Anche per questo vi  chiediamo di prendere in considerazione di destinare in Polonia l’1% dell’irpef alla nostra attività. Lo si può fare indicando nella dichiarazione dei redditi il numero KRS 0000354036.

 

Traduzione: Alessandra Wróbel

 

Articoli correlati